Liberi e felici in montagna

Autore
Lara Sinner
Data
14.05.2020

Liberi e felici in montagna

Natura, spazi aperti, libertà– i desideri per l’estate 2020  

Salire in cima, dominare il paesaggio dall’alto, lasciare che lo sguardo si perda nel vuoto. Intorno a noi nient’altro che prati verdi, un cielo azzurro e vette grigie che come perle spigolose compongono una collana a ridosso dell’orizzonte. Circondati dalle montagne, ci sentiamo liberi. Un momento che abbiamo atteso e desiderato tanto.  

I giganti delle Dolomiti, Catinaccio e Latemar, vegliano impavidi sulla Val d’Ega e sui suoi abitanti. Forse è proprio per questo che in questi luoghi si respira una sensazione assoluta di serenità e di quiete. 

Camminare in montagna non è mai stato così bello! Un passo alla volta.

La Val d’Ega è un meraviglioso buen retiro per gli appassionati di montagna e di escursioni sulle Dolomiti – ben 500 chilometri di sentieri invitano gli escursionisti a cimentarsi nella scoperta della splendida valle. A questi si aggiungono cinque vie ferrate, due nuovi sentieri tematici – il sentiero “Kirchweg” a Nova Ponente e il sentiero “al Kaiserstein” a Carezza – oltre che il nuovo Sentiero didattico delle api a San Valentino in Campo. Insomma, qui certo non si corre il rischio di pestarsi i piedi! C’è un sentiero per tutti: in Val d’Ega si cammina su e giù, in lungo e in largo, magari alla conquista della vetta più alta che tocca i 3.004 m di altezza – sempre seguendo il proprio istinto. E, volendo, senza fermarsi mai. Anche se una sosta in una delle malga – sono 30 in tutto! – è comunque caldamente raccomandabile. Perché per conoscere un luogo in tutte le sue sfaccettature, bisogna anche assaporarlo. 
Ovviamente tutti gli esercizi gastronomici della Val d’Ega rispettano per filo e per segno le misure di sicurezza. Così, anche nell’estate 2020, nessuno deve rinunciare a una vacanza all’insegna del gusto e del piacere.  

Latemar Obereggen
Piattaforma 360° - Latemarium Obereggen
Cinema di montagna - vista sul Latemar

Bentornato movimento! In sella alla bici.

Le località della Val d’Ega - Nova Levante, Nova Ponente, Monte San Pietro, Lago di Carezza, Obereggen, Ega e Collepietra – sono collegate fra di loro da innumerevoli – ed è proprio il caso di dirlo – sentieri ciclabili. Che si prestano alla mountain bike tanto quanto alla bici elettrica e alla bici da corsa. Strade di passo, piacevoli sentieri nel bosco, due bike park e un bike trail – insomma, ce n’è davvero per tutti! Su verso il Passo di Costalunga, costeggiando il Lago di Carezza o giù per la valle spingendosi fino al capoluogo della Provincia Bolzano. Una bella pedalata fino a raggiungere le baite e poi giù, a tutta velocità e con il vento in faccia, tra prati e boschi. Chi ha rinunciato all’aria aperta per così tanto tempo, non vede l’ora di addentrarsi nella natura, di vivere il paesaggio, di sperimentare la ritrovata libertà: e quale luogo migliore dell’incantevole Val d’Ega per soddisfare appieno l’irrefrenabile voglia di bici e natura…  

Sette località, 200 metri quadrati di superficie e soli 24 letti per ospiti per ogni chilometro quadrato - ossia: tanto spazio per le vacanze! Nel vero senso della parola. Chi vuole godersi la libertà lontano da spazi affollati, non troverà posto migliore della bella Val d’Ega, adagiata tra le gigantesche Dolomiti, ampi prati e immensi boschi.

Biketrail Carezza in Val d'Ega

Godersi l’aperto in Val d’Ega:

In estate la valle che da Bolzano si inerpica su fino ai piedi del Catinaccio è una gioia speciale per gli occhi: un belvedere di incredibile fascino. Per di più ricco di opportunità. Escursioni in montagna, bici, golf o nuoto. Cinema di montagna, gola del Bletterbach, Lago di Carezza o Latemarium. Mille avventure, da vivere da soli o in compagnia. In Val d’Ega le vacanze nella natura si scrivono con la V maiuscola. Non a caso il Catinaccio e il Latemar fanno parte dello straordinario patrimonio mondiale Dolomiti. Fitti boschi, imponenti giganti di roccia, avventure e relax sono i protagonisti delle storie che si vivono in questi luoghi. Ieri, oggi e in futuro. A voi l’invito di diventarne parte. 

Il Lago di Carezza - lago delle alpi
Vista Catinaccio da Collepietra
Pascoli sotto il Catinaccio

Lara Sinner

è la responsabile Web Concept & Content di clicktext, l’agenzia altoatesina di Corporate Content. Scrivere è la sua passione da sempre e attraverso le sue storie racconta la magia dell’Alto Adige e in particolar modo il fascino della Val d’Ega.

È la fuoriclasse delle traduzioni e la voce narrante per il pubblico italiano: Serena Schiavolin è la responsabile Translation & Italian Content di clicktext, l’agenzia altoatesina di Corporate Content. Serena aggiunge ad ogni storia un inconfondibile tocco di italianità.