val d'ega

Golf nelle Dolomiti

Giocare a golf tra le Dolomiti

Tra il verde del green e l’azzurro del cielo

Farsi coinvolgere dal piacere del golf in Val d’Ega significa anche abbandonarsi all’incanto della natura incontaminata! Con le catene montuose all’orizzonte e le verdi foreste che si infittiscono ai bordi del campo. Il golf è uno sport che diverte e rilassa.

Il golf in Val d’Ega in cifre

Sui due campi da golf della Val d’Ega ci si diverte a colpire le palline con il bastone da aprile e da maggio fino a novembre: al “The Mountain Beast” a Carezza o presso il Golf Club Petersberg a Monte San Pietro. 9 vs 18 buche. Uno Par 70, l’altro Par 71. E giustamente ogni avvincente partita a golf si merita una cornice culinaria altrettanto straordinaria: nelle due Club House la tradizione alpina si fonde alla leggerezza mediterranea, si sorseggiano vini pregiati e si respira un’elegante atmosfera in compagnia di altri appassionati di golf.

Giocare a golf sotto il Catinaccio | © Golf & Cuntry Carezza
Golfclub Monte S. Pietro | © Golfclub Petersberg
Pallina da golf sotto il Catinaccio | © Golf and Country Carezza
Stagno Golfclub Monte S. Pietro  | © Golfclub Petersberg

Eccellenze da green

Il campo da golf da 18 buche di Monte San Pietro è il più antico dell’Alto Adige, mentre i 1.680 m s. l. m. del Golfclub di Carezza lo rendono il campo più alto della provincia. Già all’inizio del XX secolo la Val d’Ega era apprezzata dai golfisti come meta turistica. Quando sul Passo di Costalunga venne inaugurato un green da 9 buche il flusso turistico ai piedi del Catinaccio aumentò ulteriormente. Nel corso del secolo il campo da golf venne abbandonato, per poi essere riaperto negli anni ’90. Questa meravigliosa terra, infatti, continua ad affascinare gli amanti del golf, oggi come un tempo! In fondo non capita mica tutti i giorni di giocare al cospetto delle Dolomiti, Patrimonio Mondiale dell’UNESCO...