Una primavera tra passeggiate, panorami, pale d’altare e pianeti lontani

Autore
Sarah Meraner
Data
31.01.2020
Tags
Primavera

Una primavera tra passeggiate, panorami, pale d’altare e pianeti lontani

La Val d’Ega in primavera: 5 attività imperdibili

Driiiin! Sveglia…è ora di alzarsi! Beh, questo vale per tutti coloro che con il pungente freddo invernale sono entrati in letargo e se ne stanno ancora caldi caldi sotto le coperte. E agli impavidi sportivi che non si lasciano mai scoraggiare, nemmeno quando il cielo si copre di nuvole, diciamo di prepararsi all’arrivo della stagione più bella! La primavera in Val d’Ega è pronta a sorprendervi con tantissime divertenti attività!

Un pieno di energia

Mai come dopo un lungo e freddo inverno sentiamo il bisogno di farci accarezzare dai primi raggi del sole per un pieno di energia e di fare movimento immersi nella natura! E mentre la neve tinge ancora di bianco le suggestive vette della Val d’Ega, ai piedi delle montagne iniziano a spuntare i primi ciuffetti d’erba. Ed ecco che ritroviamo il giusto slancio e rispolveriamo i nostri scarponi da trekking, pronti per le prime escursioni dell’anno. :-)
Il nostro consiglio! Recentemente è stato inaugurato il Kirchsteig, il sentiero didattico a Nova Ponente dedicato a tutta la famiglia! Enormi megafoni in legno che amplificano i suoni della natura, un cannocchiale, pannelli illustrativi per conoscere gli animali del bosco, la ruota di un mulino: presso le diverse stazioni del nuovo sentiero naturalistico, grandi e piccini potranno acquisire conoscenze preziose, non solo sugli animali e sulle specie vegetali, ma anche sull’agricoltura e la silvicoltura. Ascoltare, comprendere, toccare con mano e percepire gli odori: il percorso offre un’esperienza sensoriale completa che risveglia la consapevolezza dei cinque sensi. In questo modo, le sensazioni provate nelle stazioni ludiche e didattiche vengono interiorizzate e fissate per sempre nella memoria! Il percorso ad anello, della durata di circa 4 ore, parte dalla piazza centrale di Nova Ponente e, in tutta facilità, conduce al maso Wölfl, passando per il maso Höggerhof, per poi fare ritorno alla piazza del paese.

Escursione sul prato pieno di fiori
Regno di emozioni - Latemarium

Le mille facce della primavera

Non solo sci, montagne e boschi: la Val d’Ega vanta un patrimonio storico-culturale di grande interesse. E le miti giornate di primavera sono perfette per scoprire questi tesori addentrandosi a piedi nel paesaggio della valle. Ecco le attrazioni culturali da non perdere!

Santuario della Madonna di Pietralba

Correva l’anno 1553 quando l’eremita Leonhard Weißensteiner, dopo essere caduto in un profondo burrone, raccontò di aver visto comparire la Vergine Maria. In suo onore costruì una cappella che venne ampliata negli anni a seguire e che ora è una nota meta di pellegrinaggio: il Santuario della Madonna di Pietralba, un luogo in cui la natura della Val d’Ega domina maestosa ed è intrisa di una profonda spiritualità. Il santuario è considerato, oggi come allora, un luogo che sprigiona energia e che affascina i suoi visitatori con i magnifici tesori artistici della basilica, con la cappella maggiore all’interno e quella minore all’esterno. E soprattutto in primavera, stagione simbolo del risveglio e del nuovo inizio, si percepisce questo desiderio di rinascita in modo particolarmente intenso. La chiesa rimane aperta tutto l’anno.


Castel Cornedo

Su uno sperone roccioso svetta maestoso il Castel Cornedo che, con il suo aspetto insormontabile, veglia sulla gola della Val d’Ega. Costruito nel XIII secolo, è il vero e proprio emblema dell’omonimo comune ed è uno dei castelli più imponenti e spettacolari dell’Alto Adige. Meritano un’attenzione particolare il cortile con le fontane, la scalinata e il loggiato a due piani.
Il nostro consiglio! A maggio, così come a giugno, vengono organizzate interessanti visite guidate. È necessaria la registrazione agli appuntamenti!


Museo di Collepietra

Antiche stube in legno, locali destinati al lavoro, pezzi d’esposizione collocati con estrema cura, splendide statue e tesori sacrali: nel Museo Locale di Collepietra i visitatori potranno immergersi nel mondo quasi dimenticato dei lavori artigianali e nella realtà delle popolazioni che in passato abitavano le montagne del Tirolo e dell’Alto Adige. Dalla Domenica delle Palme l’antico mondo artigiano apre le sue porte al pubblico. La visita è possibile solamente accompagnati da una guida. :-) 
Il nostro consiglio! A maggio, in occasione della Giornata Internazionale dei Musei, è in programma una giornata a porte aperte! :-)


Chiesa di Sant'Elena

Non vanta soltanto il titolo di chiesa più antica di Nova Ponente, ma custodisce anche un tesoro d’eccezione, piuttosto insolito per queste quote: affreschi conservati in ottimo stato ornano le pareti interne della chiesetta, considerata una delle testimonianze più preziose del tardo gotico degli inizi del XV secolo.
Il nostro consiglio! Da Nova Ponente la chiesa di Sant’Elena si raggiunge con una camminata di circa mezz’ora che vi regalerà anche una vista mozzafiato sul Gruppo del Catinaccio, ancora un po’ innevato, ma allo stesso tempo con un magico fascino primaverile! :-)
 

Il fascino etereo della primavera

Facendo onore al motto “dalla gastronomia all’astronomia”, anche quest’anno Collepietra sarà teatro degli eventi di luna piena. Il connubio tra arte culinaria e musica dal vivo accompagnerà i clienti di numerosi ristoranti di Collepietra per tutta la serata, ovviamente al chiarore della luna piena, tra romanticismo e misticismo! :-) La cucina stellata, all’insegna della creatività e dell’astronomia, viene servita sul piatto. Non ci resta che lasciarsi conquistare dal suo sapore! E per concludere questa esperienza unica, non può proprio mancare un fresco cocktail di luna piena! ;-)
Attenzione! Quest’anno la prima “notte luculliana di luna piena” si terrà già a febbraio.
 

Drink delle serate di luna piena a Collepietra
Eventi di gusto a Collepietra
Evento di luna piena Collepietra

Lo spasso su due ruote

Proprio così, abbiamo tutti già riposto gli sci in cantina. Ora è tempo di tirare finalmente fuori dal garage la bicicletta! :-) A Nova Ponente, Monte San Pietro, Obereggen, Ega, Nova Levante, Carezza o a Collepietra: per spassarsela su due ruote, la Val d’Ega offre numerosi percorsi “da sballo”, da esplorare soprattutto nei mesi primaverili. 
Chi preferisce girare in solitaria, trova spazio e silenzio in abbondanza. Chi invece si affida volentieri ai professionisti può salire in sella e premere sui pedali assieme ad una bike guide esperta. E a chi è alla ricerca di quel pizzico di adrenalina in più, suggeriamo di visitare il bike park della Val d’Ega e il Bike Trail Carezza! :-)

Il nostro consiglio! Dal 4 al 7 giugno si terrà il tanto atteso Rosadira Bike Festival, durante il quale la Val d’Ega diventa il punto di incontro di tanti appassionati e cultori della mountain-bike. Persone animate dalla stessa passione potranno trascorrere insieme il periodo più bello ed avventuroso dell’anno in sella alla bicicletta, per percorrere tour conosciuti o scoprirne di nuovi. Tutto ciò avvolti dal magico spettacolo del paesaggio alpino dell’Alto Adige: l’Enrosadira delle Dolomiti della Val d’Ega!

Rosadira Bike Tour verso Tiers
Rosadirabike 2018 - Mountainbiker con Latemar
Rosadirabike 2018 - Musica al Lago di Carezza

La primavera ad alta quota

Il mattino ha l’oro in bocca... o meglio, ti porta in cima alla Val d’Ega! :-) Ebbene sì, perché ben quattro impianti di risalita della Val d’Ega sono in funzione già in primavera! La Cabinovia Nova Levante ricomincia le sue corse il 16 maggio, la Seggiovia Paolina e la Seggiovia Laurino II 31 maggio! Per avere maggiori informazioni sugli orari degli impianti di risalita visitate questa pagina!

Il nostro consiglio! Con l’arrivo della primavera il paesaggio della Val d’Ega si colora di verde acceso. E perché non aiutare a preservare tanta bellezza viaggiando in modo ecologico? Quassù tra i monti è facilissimo! Anche quest’anno, infatti, con la Guest Card i turisti potranno usufruire di tanti vantaggi unici ed utilizzare gratuitamente tutti gli impianti di risalita e i mezzi pubblici. Inoltre la Guest Card offre fantastici sconti per numerose attrazioni e servizi esclusivi. E dato che, grazie a questa carta vantaggi, l’automobile può rimanere in garage durante tutto il soggiorno, si contribuisce automaticamente alla tutela della natura! :-) Meglio di così…

“I fiori della primavera sono i sogni dell’inverno raccontati, la mattina, al tavolo degli angeli.” (Khalil Gibran)
 

Gondole della cabinovia di Nova Levante sotto il Catinaccio
Seggiovia Oberholz a Obereggen con vista sul Corno Bianco & Corno Nero
Seggiovia Re Laurino sotto il Catinaccio

Sarah Meraner

è la responsabile Digital Storytelling di clicktext, l’agenzia altoatesina di Corporate Content e la blogger di “Geschichten im Kopf”. Sarah capta le emozioni con tutti i sensi e racconta il mondo con le parole. Con le storie. E con le immagini.

È la fuoriclasse delle traduzioni e la voce narrante per il pubblico italiano: Serena Schiavolin è la responsabile Translation & Italian Content di clicktext, l’agenzia altoatesina di Corporate Content. Serena aggiunge ad ogni storia un inconfondibile tocco di italianità.