Val d'Ega

Patrimonio Naturale UNESCO Dolomiti

Le Dolomiti, Patrimonio Mondiale dell’Umanità in Val d’Ega

L’eredità della terra

Pallide formazioni rocciose dall’inconfondibile morfologia  si stagliano ripide nel cielo. 142.000 ettari: questa è la misura della superficie dell’area dolomitica che nel 2009 è stata dichiarata dall’UNESCO Patrimonio Naturale dell’Umanità. 142.000 ettari di natura alpina protetta, d’importanza universale per l’umanità intera.

Il ritratto delle Dolomiti

Il Catinaccio e il Latemar si innalzano verso il cielo azzurro delle Dolomiti, come se stessero posando per un ritratto. L’imponente gola del Bletterbach scava nelle rocce ai piedi del Corno Bianco, mettendo a nudo intere ere geologiche: insieme ai Parchi Naturali Sciliar-Catinaccio, Fanes-Sennes-Braies, Tre Cime e Puez-Odle, i monumenti dolomitici della Val d’Ega fanno parte delle Dolomiti dell’Alto Adige, riconosciute dall’UNESCO come Patrimonio Mondiale dell’Umanità e in quanto tali assolutamente uniche al mondo.

Un avvincente Patrimonio dell’Umanità  

Il capolavoro della natura che si presenta davanti a noi è tutto da vivere: a piedi o in sella alla bicicletta, sugli sci, con le ciaspole o sullo slittino. Le Dolomiti si possono toccare con mani e piedi! E regalano infinite emozioni coinvolgenti.