Val d'Ega

Il Latemar in Val d'Ega

Il Latemar, il gigante delle Dolomiti

Il monte solitario della Val d’Ega

Il Latemar è uno dei gruppi montuosi delle Dolomiti in Alto Adige preso meno di mira dai turisti: qui, infatti, sono solo due i rifugi ad offrire ristoro agli escursionisti. Proprio questo rappresenta un ottimo motivo per non farsi sfuggire l’occasione di incamminarsi lungo i sentieri del superbo Latemar. Qui non c’è fine alle grandi avventure montane! In fondo scalare un monte solitario è il modo migliore per avvicinarsi il più possibile alla natura.

Il valico del Latemar conduce dal Passo di Pampeago oltre lo Schenón, fino a giungere al paesino di Carezza. Anche la scalata del rilievo più alto, la Cima Diamantidi con i suoi 2.842 m, è una possibile variante del tour. E sopra al Lago di Carezza scorre il celebre Labirinto del Latemar, che conduce attraverso il susseguirsi scomposto delle rocce.
 

Enrosadira del Latemar d'inverno
Latemar al tramonto invernale
Enrosadira del Latemar
Vista dal Latemar

Il libro illustrato delle montagne

Per i cavalieri delle due ruote il Giro del Latemar rappresenta una delle sfide più avvincenti: in cinque ore si percorrono quasi quaranta chilometri attorno al gigante delle Dolomiti. E in inverno le piste da sci di Obereggen e Carezza trasformano il Latemar in un olimpo dello sport invernale! Questa catena montuosa costituisce la cornice naturale del Lago di Carezza e uno degli scorci più fotografati della zona. Eppure, chi si addentra di persona nel paesaggio delle Dolomiti, porta per sempre con sé nella testa un intero album fotografico!